IT | EN
26 May 2017 0 commenti

PRIVATE STORIES: CHRISTIAN LOUBOUTIN

lshoe_0428

 

Il guardaroba ideale di ogni donna si compone di alcuni pezzi, must have intramontabili, che possono adattarsi ad ogni occasione. Alle calzature è riservato uno spazio speciale, perché si sa, non bastano mai!
Parlare di calzature e moda significa necessariamente parlare di Christian Louboutin
Diventate oggi uno degli status symbol per sensualità, esotismo e un tocco fetish, vengono scelte dalle celebrities per eventi glam e red carpet.
Prima di indossare una Louboutin, la si possiede.
La storia di questo oggetto del desiderio è avvolta da un allure di mistero, che senza dubbio ne alimenta la fama: quel che è certo è che Christian Louboutin nasce nei dintorni di Parigi nel 1964, mostrando sin da subito un interesse per il mondo della moda.
Vende i propri disegni ad una famosa scuola di danza parigina all’età di Sedici anni, e un anno più tardi inizia la prima esperienza lavorativa al Folies Bergère: folgorato dai costumi colorati, preziosi e decorati delle ballerine, inizia a costruire un portfolio che negli anni a seguire gli porterà fortuna. Negli anni Ottanta collabora come freelance per Maisons come YSL, Chanel e Dior: l’esperienza più significativa rimane certamente quella in Roger Vivier, nei cui archivi rimane incantato da calzature storiche appartenute a principesse e dive del cinema.
Nel 1992 fonda il proprio marchio al 19 di Rue Jean-Jacques Rousseau a Parigi, da allora meta di pellegrinaggio di ogni fashionista in visita alla capitale francese.
La leggenda vuole che la prima cliente e sostenitrice di Christian fu Carolina di Monaco, sedotta dal fascino conturbante delle Pigalle, modello iconico Louboutin, e dalla loro inconfondibile suola rossa. 
cushnie-et-ochs-christian-louboutin-fall-2016-runway-collection
Ma la vera peculiarità delle creazioni di Christian è infatti la suola, tinta di una particolare sfumatura di rosso, il 186c Pantone, di cui detiene il copyright.
L’importanza ed il valore di questa particolare tonalità assumono il carattere di una reminiscenza d’infanzia: il piccolo Christian visitava spesso, da bambino, il museo d’arte africana vicino al suo appartamento del dodicesimo arrondissement. Un grande cartello, all’ingresso delle sale espositive, mostrava una décolleté nera attraversata da una grossa linea rossa, ad indicare che una calzatura con tacco avrebbe danneggiato il prezioso parquet dell’edificio.
Molti anni più tardi, il caso volle che durante una pausa, una collaboratrice dell’ufficio stile Louboutin rovesciò sui bozzetti un flacone di smalto rosso con cui si stava decorando le unghie: il resto è storia.
christian_louboutin_676586
Scopri la selezione di scarpe e accessori Christian Louboutin in vendita su Privategriffe

Non è possibile lasciare commenti.

Contattaci

Per informazioni riguardanti le spedizioni, l’ordine dei prodotti ed i pagamenti: help@privategriffe.com oppure 02-84345375

Se sei un venditore professionale e vuoi vendere i tuoi prodotti contattaci all'indirizzo: negozi@privategriffe.com

App
Seguici
  • facebook
  • twitter
  • instagram
  • pinterest